Spese reali nella compravendita immobiliare

Spese reali nella compravendita immobiliare

La procedura di compravendita immobiliare in Croazia oggi è abbastanza veloce e semplice, e di conseguenza, non tanto costosa. Per i nostri clienti la gran parte di queste spese è già inclusa nel prezzo cioè nella provvigione. 

        I clienti che non si appoggiano ad un’agenzia o ad un suo agente di fiducia, di solito affidano ad un avvocato l’incarico della redazione del contratto, la verifica della documentazione e della gestione di tutta la procedura. I prezzi per i servizi legali differenziano molto, perciò è consigliabile chiedere prima un preventivo e trovare un avvocato che si occupa di questo specifico ramo legale. 

Una volta preparata la versione finale del contratto di compravendita immobiliare, si procede con l’autentica delle firme davanti al notaio. Le spese delle autentiche notarili, che sono a carico dell’acquirente, si aggirano intorno ai € 10 mentre quelle delle copie autenticate del contratto sono di 12 € all’incirca a documento. 

L’intavolazione può essere effettuata direttamente dal notaio in via telematica, ed il costo di questo servizio si aggira intorno a 80-100 €. Anche questa voce è inclusa nel servizio della nostra agenzia e 

siamo noi ad effettuare l’iscrizione del diritto di proprietà del nostro cliente. 

Una volta conclusa tutta la procedura, il Cliente avrà bisogno anche della traduzione giurata del contratto di compravendita valida in Italia, ed il costo medio di traduzioni giurate in Croazia si aggira intorno ai € 20 a cartella. La traduzione della documentazione completa di compravendita è inclusa nel prezzo del servizio della nostra agenzia.  

L’ultima spesa relativa all’acquisto dell’immobile è quella dell’imposta sulla seconda casa che viene pagata in base al provvedimento emesso dell’Agenzia delle Entrate di competenza territoriale e corrisponde a 3% dal valore di compravendita stabilito nel contratto. 

Per i nostri clienti siamo a diposizione anche per le volture delle utenze e contratti con fornitori locali di servizi (acqua, corrente, tasse comunali ed altro).